Al-muntaha

settembre 27, 2010

Hala Badry, Al-muntaha, Al-hay’a al-misriyya al-‘amma lil-kutub, 1995

A te e alla scrittura: l’inizio e la fine
Il mio muntahà

1

L’automobile si fermò davanti al portone esterno della fattoria, producendo un rumore che strappò i cani dal loro silenzio. Le lancette dell’orologio avevano già oltrepassato le tre del mattino di quella notte nella quale la luna sussurrava alla terra con una luce morbida che si rifletteva sul fiume, trasformando la sua superficie in specchi argentei frantumati, che si muovevano al ritmo della brezza che intonava melodie tra i rami dei salici e degli alti pioppi. Il lupo ululava rivolto alla mitica lepre nascosta nella palla luminosa del cielo. Il suo latrato proveniva da lontano e non disturbava la tranquillità dei due viaggiatori, che sapevano che i limiti del suo raggio d’azione si fermavano ai campi più lontani. Alcuni di loro conoscevano la sua tana vicino al ponte in rovina.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

M. Tobiya, Odissea nel paese del Nilo, trad. di F. Barresi, Jouvence, Roma 2005

Considerato il capolavoro dell’autore egiziano, purtroppo non tra i più noti in occidente, Odissea nel paese del Nilo è, innanzitutto un romanzo storico. L’autore, infatti, a fronte di un lavoro di documentazione non indifferente, durato alcuni anni, presenta un affresco della società mamelucca.

Leggi il seguito di questo post »

Azazel

marzo 15, 2010

Y. Ziedan, Azazel, trad. di L. Declich e D. Mascitelli, Neri Pozza Editore, Vicenza 2010

Azazel insiste affinché Ipa, il monaco, scriva. Lo pungola perché racconti, dia voce ai suoi dubbi, alle sue perplessità, perché analizzi criticamente quello che vede accadere intorno a sé nel mondo cristiano del V secolo. Azazel, angelo caduto perché ha espresso il dubbio, perché ha usato la ragione.

Leggi il seguito di questo post »

Gli uccelli del Nilo

febbraio 27, 2010

I. Aslan, Gli uccelli del Nilo, trad. di B. Longhi con la collaborazione di P. Zanelli, Jouvence, Roma 2004

Ibrahìm Aslan, scrittore, giornalista, editore, è noto per un caso letterario legato alla censura in Egitto che lo ha coinvolto alla fine degli anni Novanta. In qualità di editore, infatti, egli pubblicò un romanzo dello scrittore siriano Haydar Haydar, Walìma li-ašàb al-bahr, sottoposto a denunica per alcuni passaggi ritenuti offensivi nei confronti della religione, della morale e dei governanti arabi in genere, accusati in sostanza di condurre le questioni di Stato nel XX secolo ancora secondo i principi legati alla tradizione beduina.

Leggi il seguito di questo post »

R. Jacquemond, Entre scribes et écrivains, le champ littéraire dans l’Egypte contemporain, Sindbad Actes sud, Paris 2002

Come segnalato nel titolo, questo volume si occupa del ‘campo letterario’ e propone quindi una lettura del contesto in cui agisce l’intellettuale egiziano che si rifa alle tesi di Pierre Bourdieu, così come espresse, in particolare, ne Le regole dell’arte. Genesi e struttura del campo letterario.

Leggi il seguito di questo post »