Gli Arabi in Sicilia nei disegni di Bruno Caruso. Testi di Bruno Caruso, Giuseppe Quatriglio e brani dalla Biblioteca arabo-sicula di Michele Amari, Kalós, Palermo 2002.

Ogni tanto mi capita di avere per le mani un cosiddetto “bel libro”. Un libro cioè, che non apporta nulla di nuovo alle mie conoscenze ma che costituisce un piacere tutto fisico; per le dimensioni, il tipo di carta usato, il carattere a stampa, le immagini.

Gli Arabi in Sicilia nei disegni di Bruno Caruso è uno di questi libri.

Arrivato a me in dono da Daniela, una giovane siciliana molto appassionata di cultura araba – che mi ha fatto scoprire anche altre perle in verità – il volume raccoglie alcuni brani dalla Bilioteca di Michele Amari preceduti da due brevi saggi, il primo di Caruso stesso, che illustra con il suo tratto intenso le descrizioni di Idrisi, Ibn Giubayr, Ibn Hawqal.

Nella prima parte i disegni sono in bianco e nero, poi, nella sezione antologica passano al colore e colpiscono per l’espressività dei volti, solcati da rughe gli uomini e tutte occhi le donne.

Arab Comic Strips

maggio 25, 2010

A. Douglas and F. Malti-Douglas, Arab Comic Strips. Politics of an Emerging Mass Culture, Indiana University Press, Bloomington & Indianapolis 1994

Come spesso un passo avanti ad altri, Fedwa Malti-Douglas già nel 1994 si occupava di fumetti scritti in lingua araba, dedicando un volume all’analisi della produzione in questo settore. L’autrice, che si muove altrettanto a suo agio nell’analisi della società araba medievale e in quella contemporanea, parte dall’assunto che nel mondo arabo il dibattito politico sia sottoposto in varia misura a seconda del paese alla censura e che questo fatto spinga la politica a rivolgersi ad altri ambiti e ad altre forme espressive, tra cui l’arte e, in questo caso, il fumetto.

Leggi il seguito di questo post »

H. Massoudy, Così lontano dall’Eufrate. Gioventù di un artista in Iraq, Editrice Pisani, Napoli 2005

“Guarda questa lettera uau in stile thuluth” mi diceva, “Che ne pensi?”

“È un anello fatto di un susseguirsi di curve”.

“No, c’è una linea retta nascsta tra le curve, è invisibile per i non iniziati”.

Prendeva allora una calligrafia in cui era compresa una uau e ne nascondeva le due estremità. Restava, in effetti, solo una piccola linea retta.

Leggi il seguito di questo post »

Creative Reckonings

maggio 5, 2010

J. Winegar, Creative Reckonings. The Politics of Art and Culture in Contemporary Egypt, Standford Univeristy Press, Standford, California 2008

Quando si parla di arte contemporanea, raramente si fa riferimento a quanto avviene nei paesi arabi, ritenendo come sempre che gli artisti di questi paesi siano rimasti fermi al modo di intendere l’arte dei secoli passati. Come spesso accade, andanre a vedere più da vicino cosa si agita sulla scena artistica, in questo caso quella egiziana, riserva diverse sorprese. Leggi il seguito di questo post »