L’esodo dei gabbiani

febbraio 28, 2010

‘A. ‘Abd al-Qadir, L’esodo dei gabbiani, trad. di A. Barbaro, Jouvence, Roma 2006

Un racconto lungo L’esodo dei gabbiani, che ci trasporta nell’Iràq di Saddàm Husayn per narrarci la storia di Muhammad al-Hadi e della sua incapacità di opporsi a un potere corrotto.

Leggi il seguito di questo post »

Gli uccelli del Nilo

febbraio 27, 2010

I. Aslan, Gli uccelli del Nilo, trad. di B. Longhi con la collaborazione di P. Zanelli, Jouvence, Roma 2004

Ibrahìm Aslan, scrittore, giornalista, editore, è noto per un caso letterario legato alla censura in Egitto che lo ha coinvolto alla fine degli anni Novanta. In qualità di editore, infatti, egli pubblicò un romanzo dello scrittore siriano Haydar Haydar, Walìma li-ašàb al-bahr, sottoposto a denunica per alcuni passaggi ritenuti offensivi nei confronti della religione, della morale e dei governanti arabi in genere, accusati in sostanza di condurre le questioni di Stato nel XX secolo ancora secondo i principi legati alla tradizione beduina.

Leggi il seguito di questo post »

Il terremoto

febbraio 26, 2010

at-Tahar Wattar, Il terremoto, trad. di J. Guardi, blurb, U.S.A. 2010

1. Bàb al-Qantara

– Gli odori di Costantina ti accolgono, ti accompagnano, ti inseguono, ti prendono alla gola; li si riconosce ancor prima di aver fatto due passi, ti danno i nervi e ti rallegrano il cuore.
Šayh Bū al-Arwāh, aprendo la portiera dalla macchina, esprimeva a voce alta la sua prima impressione. Aveva girato a lungo e aveva faticato a trovare un parcheggio sul piccolo spiazzo di fronte al ponte di Bāb al-Qantara.
Trasse un profondo sospiro, scrollò gli abiti e guardò con calma l’orologio, per esprimere dopo un po’ una considerazione:
– Meno un quarto… Nove ore da Algeri a qui. Una buona media con questo caldo. A Costantina, come alla ka‘ba, arrivare di venerdì porta bene.
Leggi il seguito di questo post »

Az-zilzàl

febbraio 25, 2010

at-Tàhar Wattàr, Al-zilzàl, Mawfam lin-našr, Al-giazà’ir 2004.

Leggi qui la le recensione del romanzo.

La traduzione completa del romanzo è in corso di pubblicazione, domani un anticipo.

Hawfi

febbraio 24, 2010

تمنيت على خاطري          حومة بلا جيران
وفراش ومراية                في غرفة بلا طيقان
وأنا وذاك الشباب             فالفرح والسلوان
 
 
Ho desiderato nella mia immaginazione
una casa senza vicini
un letto e uno specchio in una camera senza finestre
io e quel giovane
felicità e oblio

با رايحين للحمام            ديوني معاكم
نرفد لكم السابة               ونسبق قدكامكم
في خاطر ذاك الشباب     اللي رايح معاكم
 
Voi che andate al bagno
invitatemi a venire con voi
porterò la vostra cesta
avanzerò avanti a voi
in onore di quel giovane
che vi accompagna

 

يا قد الصرولة            يا الباهية فالسما
عينيك وحواجبك        عطو لك الحرمة
يصلي بيك الإمام        وجميع من ثمة
Flessibile come il giunco
abbellisci le acque
i tuoi occhi le tue sopracciglia
ti hanno guadagnato il rispetto
per te pregano l’imàm
e tutti i presenti